Trader che voglio far troppi soldi con il trading

trader soldi

Quando si iniziare un percorso di trading con un trader formatore professionista in fase iniziale si possono avere molti dubbi, ad esempio alcune domande possono essere:

1. sto seguendo i segnali consigliati da qualche settimana e sono solo a +3%, potresti fornire più segnali?
2. stava andando tutto bene ed ero quasi a +60% seguendo i segnali consigliati, poi un giorno ho perso buona parte del mio account e, preso dalla rabbia, ho perso tutto il mio account in poco tempo, cosa mi consigli?
3.  sto guadagnando troppo poco con il trading. Ho un account di 500 euro e adesso sono a 600 circa esiste un modo per andare più veloce?

Prima di tutto analizziamo i singoli casi (perché anche tu potresti trovarti in quelle situazioni) e poi vediamo cosa hanno in comune (che è ancora più istruttivo dellanalisi dei singoli casi).

Avere più segnali

Nel primo caso, se un trader formatore ti indica dei segnali, probabilmente non ha altri segnali da darti, non avrebbe motivo per nasconderli visto la vastità del mercato a livello globale.

Vi è un metodo che sperimentato e perfezionato nel corso degli anni (e che è sempre sotto esame) si preferisce aprire 10 posizioni in una settimana e avere 6 vittorie e 4 sconfitte, anziché aprirne 20 e avere 9 vittorie e 11 sconfitte perché si aprono troppe posizioni oltre la propria visione del mercato. a

Cattiva gestione nel modo di fare trading

Nella secondo caso vi è una evidente di cattiva gestione del rischio.  Non bisogna mai rischiare più del 2-3% del proprio account, adesso sia nel caso di vittoria (+60% è impossibile seguendo dei segnali consigliati e investendo il 2%), sia nel caso di sconfitta (-100% in poco tempo) c’è stata una cattiva gestione del rischio.

Avere fretta di guadagnare con il trading

Nel terzo caso, passare da 500 a 600 euro in poco più di un mese vuol dire avere una performance del 20% mensile, il che è a dir poco straordinario! Non serve andare più veloce, bisogna concentrarsi sulla percentuale di guadagno e non sui soldi.

Analizziamo, adesso, cosa hanno in comune le tre mail: la risposta è l’avidità!

Come prima cosa non può mancare la definizione: desiderio ardente che non si controlla.

Ognuno di noi ha dei desideri: chi vuole comprare una casa al mare, chi vuole portare sua moglie in un ristorante lussuoso, chi vuole fare 12 mesi di vacanza ecc.

Il Forex può essere la chiave per accedere ai tuoi sogni, ma molte volte questi desideri diventano malsani e pericolosi. Nel Forex ci vuole razionalità e quest’ultima non ha molto a che fare con l’avidità.

L’avidità porta ad agire fuori dagli schemi e molte volte si traduce con l’uso di una

  • leva troppo alta
  • con un rischio eccessivo per ogni singola posizione aperta
  • con il tenere aperta una posizione che razionalmente sarebbe da chiudere

Questi sono solo alcuni danni provocati dall’avidità!

Non è facile superare quest’emozione, ma con l’aiuto delle giuste guide, con un po di sforzo e con un po di disciplina, sono sicuramente puoi farcela!

Ora voglio che ripeti insieme a me, ad alta voce, queste parole:

Non posso vincere sempre, il mercato è grande e capita di chiudere qualche posizione in negativo. Accetto sia vittorie che sconfitte, l’importante è seguire la propria strategia senza cedere all’avidità.

Ripeti questa frase per 5 volte per ogni volta in cui sei vittima della tua stessa avidità!

Inoltre ricorda questo detto molto comune nel mondo della finanza: i tori e gli orsi fanno soldi, i maiali vengono macellati.

Il toro è l’animale simbolo dei compratori, l’orso è l’animale simbolo dei venditori e il maiale interpreta al meglio la parte del trader avido. Riflettici il mercato non mostra nessuna pietà verso i maiali.

Non potevamo finire l’articolo nel modo migliore, con un bel consiglio dato addirittura da Sallustio, che di Forex non sapeva molto, ma che aveva individuato un problema comune, che è doppiamente pericoloso quando si parla di trading nel Forex.

L’avidità non ama che il denaro, cosa non certo tipica dei saggi; questa forma di avidità è simile ad un veleno mortale; illanguidisce il corpo e l’animo dell’uomo; è sempre inesauribile e insaziabile, né l’abbondanza, né la penuria di mezzi riescono a placarla.
Gaio Sallustio Crispo, La congiura di Catilina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *